Le Pietre del Nord

“Per un belga, vincere il Fiandre per la prima volta è molto più importante che indossare la Maglia Gialla al Tour” – Johan Museeuw La prima delle Grandi Classiche del Nord, il Giro delle Fiandre. I Muri ripidissimi e il pavè sotto le ruote che non ti danno un attimo di tregua. 250 kilometri di sofferenza sulle continue salite, spesso con un tempo avverso, sotto la pioggia, al freddo. Il 25 maggio 1913 sulla linea di partenza ci sono 37 corridori, pronti ad affrontare 330 kilometri. Con una breve pausa dovuta alla Grande Guerra, è l’unica gara ad essere stata …

95° Tre Valli Varesine

Alla partenza della 95° edizione della Tre Valli Varesine ci sono molti dei team più importanti del panorama ciclistico internazionale. L’ultimo capitolo del trittico lombardo ha visto snodarsi il percorso tra Busto Arsizio e Varese, con un circuito di 9 giri proprio all’interno della città che ha ospitato i campionati del mondo qualche anno fa. Si capisce subito che il ritmo sarà altissimo, la velocità media si attesta rapidamente oltre i 44km/h, si fa quasi fatica a stare dietro alla corsa in macchina. Un primo gruppo di fuggitivi cerca di dare una scossa alla corsa, ma i piani dell’Astana sembrano …

Passione Passoni

Pare che tutto sia nato quando Luciano Passoni affronta il Ghisallo in sella a una bicicletta marchiata Trecià. Non riesce a credere che quel telaio sia capace di tanto, e così per evitare sorprese, di telai ne compra tre il giorno dopo, prima che poi non ne facciano più. E in effetti di lì a breve, Amelio Riva di telai ne avrebbe fatti ben pochi, ma la sua visione non rimane senza eredi. Ancora oggi nell’officina si può vedere la “campana” che gli apparteneva, fare ancora egregiamente il suo lavoro. Nasce così Passoni, biciclette in titanio che hanno fatto la …

Dentro la RHC

Incontro Riccardo un giorno in cui, nonostante sia ottobre inoltrato, fa ancora caldo. È a Milano per lavoro, ma questo non gl’impedisce di tenere i piedi sui pedali. Riccardo ha fatto tutte le RHC che si sono svolte a Milano, è uno dei pochi a poter godere di questo piccolo primato. Mi dice che quest’anno è stata durissima, che non è riuscito a passare le qualifiche nonostante il suo tempo sul giro sia sceso sensibilmente rispetto allo scorso anno (stesso tracciato). Che forse ce l’avrebbe fatta, se solo avessero mantenuto il programma di ripescaggio. Ma pazienza, va bene anche così. …

Giro Rosa al Ghisallo

La tappa conclusiva del 25° Giro Rosa parte da Trezzo sull’Adda e arriva alla Madonna del Ghisallo, in salita. Dopo il Prologo di Caserta, si arriva alla tappa conclusiva con 953 km sulle gambe. L’arrivo al Ghisallo con l’ultimo strappo di 8 km, con pendenze fino al 14%, non sarà certo una passerella di fine gara. Vince Emma Poley, seconda Pauline Ferrand Prevot, Marianne Vos, in maglia Rosa arriva terza e conquista la Classifica Generale. L’italiana Elisa Longo Borghini, sesta all’arrivo, chiude quinta in Classifica Generale. La tappa di 80 km ci ha fatto correre per poter arrivare in tempo …

Red Hook Criterium Milano 2013

Milano Bovisa, ferrovie e capannoni. Periferia industriale e riqualificazione urbana. In questa cornice dal 2010 si svolge il Red Hook Criterium. Nato a Brooklyn, NY, proprio nel quartiere di Red Hook (l’angolo rosso, dall’olandese “hoek” nulla a che vedere con l’”hook” anglosassone…). Una gara tra biciclette essenziali, scarne e nervose, da pista, girano su un percorso urbano senza freni e con tanto coraggio. Due sono le regole di base: andare forte, sempre, e non cadere, mai. Nel pomeriggio i turni di qualificazione, si vedono già i più forti, i vincitori delle edizioni passate, gli atleti in testa alla classifica dell’anno. …

“il Vanni”

Ho avuto la fortuna di incontrare Giovanni “Vanni” Pettenella qualche anno fa. Un pomeriggio d’estate sono arrivato in via Semplicità cercando la sua bottega. Io milanese che veniva a Milano solo di tanto in tanto. Avevo letto del “metodo pettenella” per fissare il pignone al mozzo senza utilizzare il lockring, perché i pistard erano maniaci del peso e tutto quello che si poteva eliminare, lo eliminavano. Come il lockring, per esempio. Erano i tempi in cui qualcuno, in Italia, aveva cominciato a girare con lo scatto fisso. Si andava in cerca di battute da 120, mozzi pista, attacchi manubrio dagli …

Stage 1

Il ciclismo ha una particolarità: è l’unico sport di squadra in cui vince uno solo e chi partecipa spesso gareggia contro se stesso. Quando arrivi agli ultimi 80 metri della volata, e le gambe non ti spingono come vorresti, quando agli ultimi chilometri di una salita senti che la pedalata diventa sempre più dura… in quel momento ci sei solo tu! Puoi spendere tutto quello che hai, spingerti oltre i tuoi limiti, e fin dal primo chilometro sai bene che non vincerai! Qualcuno ad un certo punto dice che vincere, per la maggior parte delle volte, non è ciò che …